Logotipo librería Marcial Pons
Giustizia fascista

Giustizia fascista
Storia del Tribunale speciale (1926-1943)

  • ISBN: 9788815287694
  • Editorial: Società Editrice Il Mulino
  • Lugar de la edición: Bologna. Italia
  • Colección: Studi e Ricerche
  • Encuadernación: Rústica
  • Medidas: 21 cm
  • Nº Pág.: 294
  • Idiomas: Italiano

Papel: Rústica
31,49 € 29,90 €
Stock en librería. Envío en 24/48 horas

Resumen

Il Tribunale speciale per la difesa dello Stato, strumento di repressione politica, fu creato dal fascismo perché, si è sostenuto, non aveva fiducia nella magistratura ordinaria. Ma cosa è stato quest’organo e che ruolo ha avuto nell’assetto istituzionale del regime? In realtà l’obiettivo era una riforma in senso fascista dell’intero sistema della giustizia; il Tribunale speciale voleva essere una specie di prova generale. Alla sua attività contribuirono, insieme ai magistrati militari e ai membri della Milizia, proprio i magistrati ordinari, con le prassi tipiche della magistratura, la loro cultura, ma anche il loro zelo repressivo. Basato su documenti inediti, lo studio indaga il concreto funzionamento del Tribunale e gli esiti, spesso contraddittori, della sua azione, senza trascurare la personalità dei giudici dei quali traccia un penetrante ritratto di gruppo.

Introduzione p. 9
I. Alle origini della giustizia fascista
1. Una legislazione per l’“emergenza”
2. Un “giudice speciale” a difesa del regime
3. Una Camera senza opposizione
4. L’ambiguità del Senato
II. Una giustizia “speciale”
1. Nuovi organi, “vecchi” uomini
2. Una falsa partenza: l’istituzione della Commissione istruttoria
3. Un verdetto annunciato: il processo ai comunisti
4. Bilanci e ripensamenti
5. L’apertura ai magistrati ordinari
III. Da speciale a ordinario: la cesura del 1931
1. Tribunali militari e repressione politica: continuità e rotture
2. Militare vs politico? La scelta ibrida del regime
3. Tribunale speciale e nuovo sistema penale: un processo di normalizzazione
4. Il plauso della magistratura e il paradosso della nuova giustizia fascista
5. Un atto scontato: l’approvazione della proroga
IV. Dentro la giustizia fascista
1. La stabilizzazione degli anni Trenta
2. Milizia, magistratura, esercito e carabinieri: un organico composito
3. Magistrati in camicia nera? Una foto di gruppo
4. Lo zelo dei magistrati e la centralità della Procura
V. Difendere lo Stato, difendere la nazione: la guerra e i nuovi nemici
1. La giustizia speciale e il confine orientale
2. L’estensione delle competenze e la proroga del 1941
3. I numeri della repressione giudiziaria: un bilancio complessivo

Resumen

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y facilitar la navegación. Si continúa navegando consideramos que acepta su uso.

aceptar más información