Logotipo librería Marcial Pons
Scambiarsi la veste

Scambiarsi la veste
Stato e Chiesa al governo dell'uomo

  • ISBN: 9788842090595
  • Editorial: Editori Laterza
  • Lugar de la edición: Roma. Italia
  • Encuadernación: Cartoné
  • Medidas: 22 cm
  • Nº Pág.: 150
  • Idiomas: Italiano

Papel: Cartoné
20,31 €
Sin Stock. Envío en 2/3 semanas.

Resumen

Dal IV secolo a oggi, potere civile e potere religioso non hanno fatto altro che combattersi per indossare l#uno i panni dell#altro, quando non si sono messi d#accordo, alleandosi, per entrare entrambi in una stessa, unica, veste. La laicità è il prodotto di una specifica e cruentissima storia di lotte per la libertà religiosa e di coscienza e per la fondazione della convivenza civile su basi indipendenti dalla professione di fede. Significa spazio pubblico a disposizione di tutti per esercitare, in condizioni di libertà e uguaglianza, i diritti di libertà morale (di coscienza, di pensiero, di religione e di culto) e per costruire a partire da questi la propria esistenza: uno spazio voluto dagli uomini indipendentemente da Dio, una #città degli uomini# in cui ci sia spazio per tutti, credenti e non credenti, non una città di Dio in cui ci sia posto solo per i suoi credenti. Non c#è laicità né quando la religione, al singolare o al plurale, si ingerisce nelle cose dello Stato, facendo dello Stato un affare di religione, né quando lo Stato si ingerisce nelle cose della religione, facendo della religione un affare di Stato. Laicità significa divieto di intromissioni. Quello che conta è la non ingerenza. Se si guarda alla storia, questa concezione dei rapporti tra politica e religione appare come un#eccezione, per di più recente, in una vicenda storica pluri-millenaria, in cui si intrecciano dissidi e connivenze. Un conflitto ineliminabile, latente o patente che sia, perché tra Chiesa e società civile ogni accordo non è mai un trattato di pace ma sempre e solo un armistizio. Universalismo religioso, pluralismo civile, laicità: Gustavo Zagrebelsky affronta temi centrali per la nostra democrazia..

Resumen

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y facilitar la navegación. Si continúa navegando consideramos que acepta su uso.

aceptar más información