Logotipo librería Marcial Pons
Il potere della lingua

Il potere della lingua
politica, letteratura, media

  • ISBN: 9788490459317
  • Editorial: Editorial Comares
  • Lugar de la edición: Granada. España
  • Colección: Interlingua
  • Encuadernación: Rústica
  • Medidas: 24 cm
  • Nº Pág.: 95
  • Idiomas: Italiano

Papel: Rústica
13,00 €
Sin Stock. Envío en 7/10 días.

Resumen

? Questo volume racchiude gli interventi presentati durante due cicli di seminari organizzati dalle tre curatrici nel maggio 2017 e nel dicembre 2018 presso l?Università degli Studi di Salerno. L?iniziativa è nata dal desiderio di portare avanti, attraverso l?incontro con studiosi nazionali ed internazionali, alcune riflessioni sul potere che determinate opere e modalità discorsive esercitano e possono esercitare sugli individui, analizzando come si costruisce questo tipo di relazione sia all?interno della letteratura che nei diversi ambiti che interessano il discorso politico, mediatico e la traduzione.
? Le riflessioni incoraggiate durante gli incontri sono state sviluppate da diverse prospettive, mantenendo l?approccio interdisciplinare e plurilinguistico che caratterizza gli otto contributi presenti nel volume, scritti in quattro lingue e organizzati per ambito tematico.
? Partendo quindi dall?ambito letterario, (Le pouvoir de la langue: de l?étude de la langue à la redécouverte de la littérature vers le réveil de la pensée critique, di Marriadomenica Lo Nostro; Un Empereur Lettré. Les Mémoires d?Hadrien de Marguerite Yourcenar, di Magdalena Indries e Il prezzo di Utopia. Lingua e potere in Tommaso Moro, di Paolo Rondinelli), si passa all?ambito relativo più squisitamente al discorso politico (El lenguaje de la nueva política. España y los españoles en los programas de las elecciones generales de 2019, di Francesca De Cesare e L?attenuazione proposizionale nei dibattiti elettorali in Francia, Italia e Romania, Anamaria Gebaila) al discorso politico mediatico (El lenguaje político en Twitter: la comunicación de Pedro Sánchez, di Rosaria Minervini) fino alla valenza politica di un certo tipo di performance (The Work: Language, Power, and Arts among African-American Vocalists, di Gianpaolo Chiriacò) e al dibattito mediatico (?I guess you?d call it sui¬cide??: The power of words when talking about suicide, di Paola Attolino)

Resumen

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y facilitar la navegación. Si continúa navegando consideramos que acepta su uso.

aceptar más información